Marco Rizzello, pianoforte
Italia

Marco Rizzello è nato nel 1997 e ha iniziato fin da piccolo lo studio del pianoforte. Formatosi con il pianista Giorgio Farina, nel 2016 ha conseguito la laurea di primo livello in Pianoforte presso il Conservatorio “B. Maderna” di Cesena con il massimo dei voti e la lode. Nel 2018, sotto la guida di Giovanni Valentini, ha conseguito la laurea di secondo livello al Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro con 110, lode e menzione speciale. Contestualmente, ha frequentato la prestigiosa Accademia Pianistica “Incontri col Maestro” di Imola dove attualmente è iscritto al II anno del Corso Triennale di specializzazione, seguito da Boris Petrushansky e Marlies Van Gent. Fondamentale, nella sua formazione, è stato l’incontro con pianisti provenienti da differenti scuole ed esperienze musicali. Tra gli altri: Enrico Pace, Davide Cabassi, Violetta Egorova, Maxim Mogilevsky, Roberto Prosseda, Giuseppe Albanese, Alberto Nosè, Lilya Zilberstein, Boris Berezovsky, Lorella Ruffin ed Epifanio Comis.
Ha fatto la sua prima importante apparizione pubblica all’età di tredici anni quando è stato selezionato dalla RAI per esibirsi, presso l’Auditorium “Arturo Toscanini” di Torino, nel programma televisivo “Il gran concerto”, trasmesso su Rai3 il 5 novembre 2011.
Un’ottima maturità tecnica ed espressiva, unita a una non comune velocità di apprendimento, gli ha consentito di cimentarsi fin da ragazzo con repertori complessi e impegnativi e di cogliere risultati prestigiosi. Tra i riconoscimenti più importanti, il recente Primo Premio all’“Amigdala International Piano Competition” di Catania e al Concorso Pianistico “Andrea Baldi” di Bologna (2019); il Primo Premio al “Premio Lamberto Brunelli” di Vicenza nel 2017 (in seguito al quale si è esibito per le “Settimane Musicali al Teatro Olimpico”); il Quinto Premio al “Premio Venezia” (che gli ha consentito di suonare al Gran Teatro La Fenice di Venezia); il Secondo Premio al “TIM-Tournoi international de Musique” ottenuto nel 2014 a Parigi-Courbevoie; l’ammissione alle fasi finali del Concorso pianistico internazionale “Carl Nielsen” di Aarhus (Danimarca) nel 2013 e decine di primi premi conseguiti in concorsi pianistici nazionali e internazionali.
Pianista dal vasto repertorio, che spazia da Couperin e Rameau a Messiaen e Ligeti, si esibisce regolarmente dall’età di quattordici anni, sia recital che in concerti di musica da camera. Ha suonato in importanti città italiane (Roma, Chiostro di Campitelli; Milano, Galleria d’Arte Moderna; Torino, Auditorium RAI “A. Toscanini”; Bologna, Oratorio di S. Cecilia; Padova, Museo della Spècola; Grosseto, Teatro degli Industri; Firenze, Auditorium “G. Verdi”; Arezzo, Teatro Virginian; Pesaro, Sala Pedrotti e Sala Adele Bei; Treviso, Chiostro di Santa Caterina; Vicenza, Gallerie d’Italia; Ravenna, Teatro Alighieri; Cesena, Teatro Bonci, Teatro Verdi, Palazzo Guidi, Palazzo Nadiani) e all’estero in Danimarca (Aarhus, Musikhuset; Viborg, Campus Auditorium Viborg Musikforening), Olanda (Enschede, Artez Conservatorium) e Austria (Innsbruck, Ursulinensäle Musikschule).
Nel 2016 è stato selezionato per eseguire il Concerto n. 1 per pianoforte e orchestra di Chopin al Teatro Alighieri di Ravenna con l’Orchestra da Camera di Ravenna diretta da Paolo Manetti e ha celebrato il Giorno della Memoria eseguendo il Quartetto per la Fine dei Tempi di Olivier Messiaen nella Biblioteca Malatestiana di Cesena (Memoria del mondo UNESCO). Nel giugno 2019 ha suonato il Concerto n. 1 op. 15 di Beethoven presso il Teatro degli Industri di Grosseto con l’Orchestra Giovanile “Vivace” diretta da Massimo Merone.

Ingresso

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

Questo concerto è inserito nell’ambito degli eventi che festeggiano il ventesimo anniversario dalla fondazione dell’Associazione Culturale San Giacomo

I concerti di PianoEchos