Smetana Trio Repubblica Ceca
Jitka Čechová, pianoforte
Jan Talich, violino
Jan Páleníček, violoncello

Lo Smetana Trio, fondato nel 1934 dal leggendario pianista Josef Páleníček, è oggi uno dei più importanti ensemble cechi. È regolarmente invitato nei festival più prestigiosi in tutta Europa, Giappone, Brasile, USA, Canada, Corea del Sud, ecc. Collabora con importanti direttori (Serge Baudo, John Axelrod) e con orchestre quali Bamberg Symphony Orchestra, Orchestra della Svizzera Italiana, ONPL Orchestra Nantes, Prague Symphony Orchestra e Filarmonica di Praga.
Ha realizzato numerosi CD e dal 2000 incide per Supraphon. Innumerevoli i premi ricevuti dalle più importanti riviste d’Europa: Diapason e Le Monde de la Musique per il CD dedicato a Smetana, Suk e Novák (2005); BBC Music Magazine e Diapason D’Or per quello dedicato a Dvořák (2006); Disco del mese del BBC MM, Diapason d’Or, Disco della settimana del Sunday Times per il CD con i Trii di Martinu (2015); BBC Music Magazine Chamber Choice e Disco del giorno France Musique per il CD con i Trii di Zemlinsky, Rachmaninov e Arensky (2019).
Tra i successi più recenti ci sono i concerti nella prestigiosa Wigmore Hall di Londra, al Festival della Primavera di Praga e un tour negli Stati Uniti che ha toccato 12 città tra cui Washington, New York, Philadelphia, Chicago, Los Angeles e San Diego.

Jitka Čechová ha studiato pianoforte al Conservatorio di Praga con Jan Novotný e presso l’Accademia delle Arti e dello Spettacolo con Peter Toperczer. Ha completato i suoi studi con Eugen Indjic a Parigi, Vitali Berzon a Friburgo, Rudolf Kehrer a Weimar e Lazar Berman a Piešťany. Si è aggiudicata il Primo Premio in numerosi Concorsi internazionali ottenendo un notevole successo di critica come solista in molti paesi europei, Sud Africa, Sud America e Giappone. Si esibisce regolarmente nei più prestigiosi palcoscenici e festival internazionali (Edimburgo, Graz, Parigi, Francoforte, Baden-Baden, Bodensee, Primavera di Praga, ecc.). La musica da camera è uno degli elementi essenziali della sua identità musicale. Ha inciso numerosi CD come solista e in formazioni da camera.

Jan Talich è riconosciuto a livello internazionale come un violinista di eccezionale livello. Si esibisce in tutto il mondo come solista, camerista e direttore d’orchestra. Ancora studente all’Accademia di Praga vince Concorsi nazionali e internazionali (tra cui quello di Zagabria nel 1989) e inizia così una straordinaria carriera solistica. Ha suonato con pianisti come Itmar Golan, Gottlieb Wallish, Jean-Yves Thibaudet e Jean Bernard Pommier. Per cinque anni è stato membro del Trio Kubelík, con il quale ha registrato tutti i Trii di Kubelik. Successivamente entra a far parte come primo violino del Talich Quartet; il quartetto, fondato da suo padre nel 1964, è uno dei migliori ensemble del mondo. Durante i 20 anni trascorsi con il Quartetto Talich si è esibito regolarmente nelle migliori sale da concerto del mondo, registrando decine di CD.

Jan Páleníček ha studiato al Conservatorio e all’Accademia delle Arti e dello Spettacolo di Praga con Saša Večtomov e Miloš Sadlo, perfezionandosi poi con Paul Tortelier. Ha studiato musica da camera con il padre Josef Páleníček e nella classe di Josef Vlach, primo violino del leggendario Vlach Quartet. Ha vinto numerosi premi partecipando a Concorsi internazionali. Come solista suona regolarmente con le più importanti orchestre internazionali tra cui: Sinfonica di Praga, Prague Radio Symphony Orchestra, Lugano Festival Orchestra, Filarmonica di Monte Carlo, Filarmonica di Stato di Brno, ecc. I suoi tour lo hanno portato in molti paesi europei, America, Africa e Giappone. Le sue incisioni delle Sonate di Brahms, Martinů, Rachmaninov e dei Concerti di Dvořák, Cajkovskij e Haydn hanno ricevuto un’accoglienza straordinaria.

Ingresso

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

I concerti di PianoEchos