Maurizio Moretta

Maurizio Moretta
Italia, pianoforte

Maurizio Moretta ha compiuto gli studi musicali presso il Liceo Musicale “V. Appiani” di Monza sotto la guida di Rosamaria Losi e Gianluigi Centemeri. Si è diplomato in pianoforte al Conservatorio “G. Verdi” di Milano con il massimo dei voti; successivamente si è perfezionato con Vincenzo Balzani a Milano e con Ludwig Hoffmann a Monaco di Baviera.
Dopo la vittoria del Primo Premio al VII Concorso Pianistico Internazionale “Viotti” di Varallo ha intrapreso una ricca carriera concertistica sottolineata da critiche lusinghiere sulle principali testate italiane (Corriere della Sera, La Stampa, Il Giorno, Panorama, Epoca, Capital, l’Espresso, ecc.). Si è esibito in tutta Italia e all’estero per prestigiose associazioni concertistiche e in importanti teatri tra cui: Musikverein di Vienna, Smetana Hall di Praga, Laeiszhalle di Amburgo, Sala Felipe Villanueva e Teatro Bicentenario in Messico, Sala Verdi di Milano (per la “Società dei Concerti” e le “Serate Musicali”), Teatro Manzoni di Milano, Palazzo Barberini e Chiostro del Bramante a Roma, Palazzo Ducale di Massa.
Ha collaborato in veste di solista con prestigiose orchestre quali: Wiener Mozart Orchester (Vienna), North Czech Philarmonic e Karlovy Vary Symphony Orchestra (Praga), Istanbul State Symphony Orchestra, Istanbul Chamber Orchestra, Orchestra Sinfonica di Stato del Messico, Orchestra Sinfonica Tchaikovsky (Mosca), Oradea State Philarmonic, Dinu Lipatti Philharmonic Orchestra (Satu Mare), Filarmonica Mihail Jora (Bacau), Filarmonica Nazionale Paul Costantinescu (Vidin), Orchestra Sinfonica di Grosseto, Orchestra Sinfonica di Sanremo, Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia, Orchestra ICO della Magna Grecia.
Attivo anche come didatta, è stato docente di pianoforte principale presso il Liceo Musicale “V. Appiani” di Monza ed è ora Direttore e docente di pianoforte principale presso il Civico Istituto Musicale Alto Lario.
È stato più volte invitato a far parte della giuria di Concorsi pianistici nazionali e internazionali.

I concerti di PianoEchos ’’18